Ogni rifiuto, se opportunamente trattato, può dare origine a materie prime secondarie per nuovi processi produttivi, a risorse da utilizzare in ambito agricolo oppure ad energia. Sogliano Ambiente fornisce soluzioni a tutte le problematiche di recupero e smaltimento di rifiuti non pericolosi, rivolgendosi alle strutture operanti nel servizio pubblico o privato di gestione dei rifiuti. In funzione delle esigenze specifiche, è operativa sia con intervento diretto, sia offrendo servizi di consulenza o intermediazione per tutte le operazioni che non è chiamata a svolgere direttamente.

Differenti sono i percorsi a cui il rifiuto viene avviato a seconda della sua natura e composizione.

Nel caso di frazione umida proveniente da raccolta differenziata, si interviene con impianti di stabilizzazione anaerobica ed aerobica a secco che prevedono due fasi in successione:

  • la fermentazione anaerobica: in assenza di ossigeno la materia viene degradata fino ad ottenere biogas ricco in metano da cui si produce energia elettrica;
  • il compostaggio aerobico: le sostanze lavorate forniscono compost di qualità pronto per l’utilizzo in ambito agricolo o in alternativa materiali idonei per le coperture giornaliere di discariche.

La frazione secca dei rifiuti di natura urbana ed industriale proveniente dalle raccolte differenziate viene avviata alla cernita e valorizzazione, dove viene separata meccanicamente o manualmente in carta, cartone, vetro, materie plastiche, legno, metalli. Le materie selezionate sono pressate meccanicamente e avviate a recupero, riutilizzo e riciclaggio. Il sovvallo della lavorazione può diventare combustibile da rifiuto.

Sogliano Ambiente offre, inoltre, servizi aggiuntivi grazie alla dotazione di specifici impianti mobili con cui interviene direttamente nel sito di produzione del rifiuto per un primo trattamento in loco, funzionale all’avvio a smaltimento e recupero.

IMPIANTO DI TRITO-VAGLIATURA

Grazie ad un dispositivo mobile composito, Sogliano Ambiente si reca direttamente nel luogo di produzione/raccolta del rifiuti per separarne le componenti organiche da quelle secche e procedere alla loro riduzione. In questo modo si accorciano i tempi necessari per il recupero e lo smaltimento, favorendo il trattamento specifico che avverrà nei luoghi deputati.

Considerando una capacità di trattamento massima pari a 60 ton/h e un funzionamento previsto pari a 2500 h/anno, si stima una potenzialità massima annua di trattamento pari 125.000 ton di rifiuti urbani e speciali non pericolosi.

Scheda impianto mobile trito-vagliatura
Autorizzazione impianto mobile trito-vagliatura
 

IMPIANTO DI FRANTUMAZIONE

Frantumare macerie provenienti da attività edilizia e/o di demolizione direttamente in cantiere consente di avviare il recupero dei materiali e la relativa trasformazione in materie prime secondarie per le costruzioni, mettendo in circolo nuove risorse per l’attività edile.

Grazie al proprio impianto mobile di frantumazione delle macerie, Sogliano Ambiente, separa i componenti di natura inerte da quelli di vetro, ferro, plastica, legno etc. In questo modo si riducono i tempi per la lavorazione, oltre ai rischi connessi alla movimentazione dei materiali.

Considerando una capacità di trattamento massima pari a 75 ton/h e un funzionamento previsto pari a 4000 h/anno, si stima una potenzialità massima annua di trattamento pari 300.000 ton di rifiuti urbani e speciali non pericolosi.

Scheda impianto mobile per inerti
Autorizzazione impianto mobile per inerti